Hong Kong – importazioni di vino

Hong Kong sta diventando un “osservato speciale” nel mondo dei beni di lusso. Come dice un simpatico manager di Tod’s: “Hong Kong si è trasformata da un mercato a una città”. In altre parole, se prima le aziende consideravano Hong Kong allo stesso livello di una nazione, come la Francia o la Danimarca, oggi ha perso questo status a causa del forte calo del flusso di “turisti per shopping” dalla Cina. Questa dinamica ha cominciato ad impattare anche il settore del vino, come possiamo vedere dai dati publicati recentemente da Calwine.

Leggi tutto...

Come conservare il vino avanzato

Le bottiglie di vino aperte abitudinariamente a tavola non sempre vengono finite e quindi per fare in modo che un buon vino avanzato si possa conservare ancora qualche giorno al meglio occorre osservare alcuni accorgimenti.

Leggi tutto...

Difesa e promozione dei vini di qualità su internet.

Difesa e promozione dei vini di qualità su internet. Questa la sfida per i produttori made in Italy come ha sottolineato Riccardo Ricci Curbastro, presidente Federdoc, nel corso del convegno sulle strategie di crescita del vino italiano organizzato da For.Agri in Franciacorta. «La protezione della denominazione è un sistema riconosciuto dalla cultura europea, perché è un sistema latino, antitetico rispetto al trademark anglosassone, dove il marchio viene registrato dal privato chiedendo poi al Tribunale di proteggerlo, qualora venga contraffatto - ha detto Ricci Curbastro - .

Leggi tutto...

Torre Quarto a Bacco nelle Gnostre

Sedicesima edizione per “la regina delle manifestazioni enogastronomiche” nocesi. Il prossimo weekend di novembre a Noci Bacco nelle Gnostre, la sagra del vino novello e delle caldarroste che da anni ormai genera notevole flusso turistico. In questa edizione a deliziare i palati della gente non sarà più il vino novello ma i vini di diverse cantine pugliesi. Le cantine Torre Quarto saranno presenti con le migliori etichette per permettere la degustazione di vini di ottima annata.

 

Vino, Italia batte Francia, siamo i primi produttori di vino al mondo

L’Italia ha tolto ai cugini francesi l’ambito scettro di produttore di vino mondiale. È Made in Italy una bottiglia su quattro prodotte in Europa. Per i francesi è stato un duro colpo ma quest’anno i cugini d’Oltralpe saranno costretti a cedere il calice all’Italia. Nella lotta enogastronomica che da sempre vede i due Stati rivali, il 2015 ha visto un punto a favore del Belpaese, che quest’anno torna a essere il primo produttore mondiale di vino. A segnalare il sorpasso italiano è stata proprio Parigi, sulla base delle autocertificazioni dei 28 Stati membri dell’Ue. Un report che mostra come dalle cantine italiane siano usciti 48,8 milioni di ettolitri di vino. Tanto è bastato per superare i 46,4 francesi e i 36,6 della produzione spagnola.

Leggi tutto...