CANTINA

Le cantine erano collegate alla stazione di Cerignola da una ferrovia privata che trasportava i vini sfusi in Francia, dove venivano utilizzati come vini da taglio, diventando così la quintessenza dei migliori vini francesi. A partire dal 1930 ebbe inizio la commercializzazione dei vini non più come da taglio ma come vini nobili, maturati grazie al sole della Puglia, apprezzati e richiesti in tutto il mondo.

Torre Quarto è stata dunque una delle prime cantine italiane a far conoscere l’enologia pugliese di qualità. La ristrutturazione dell’antica cantina, avvenuta nel pieno rispetto dell’architettura dell’epoca, ha segnato l’avvio di un processo di modernizzazione degli impianti di vinificazione, con l’intento di salvaguardare la secolare tradizione integrandola con una tecnologia corretta ed efficace.

La particolare cura nella selezione di uve provenienti da vigneti a bassa resa produttiva e situati nelle aree più vocate, l’adozione delle tecniche enologiche più evolute e la scelta di utilizzare solo vitigni autoctoni, che valorizzano la tipicità del territorio, ci consentono di produrre vini di gran pregio, evidenziando la volontà di operare solo ai più alti livelli qualitativi.